Shiver:Una storia d’amore e di lupi, chi sa andare oltre la propria natura ?

I Lupi di Mercy Falls: Shiver: 

di Maggie Stiefvater

Quando ti hanno morsa, sapevo che cosa sarebbe successo. Ogni notte aspettavo che ti trasformassi, così avrei potuto portarti con me e proteggerti.”
[…] “Quanto hai aspettato? “….
“Non ho mai smesso.

Alla fine Maggie Stiefvater, nonostante le mie mille critiche e reticenze che le ho rivolto, mi ha contagiata. E non è stato difficile capirlo.. se sono incollata al seguito di Shiver, ‘Deeper’, ci sarà un motivo.

Non so quanti di voi conoscano questa Saga, ma ‘I Lupi di Mercy Falls’, trilogia della Stiefvater, ha avuto un ottimo successo, tanto che i libri sono stati sfornati nel giro di tre anni, richiestissimi da folle di lettori adoranti che si sono appassionate alla storia d’amore impossibile tra Grace e Sam, il lupo .. ed il sottotitolo del libro racchiude bene la storia dell’opera, ‘Una storia d’amore e di lupi’.

Ma di cosa parla questo libro che fa da apripista alla trilogia ?

La vita di Grace Brisbane cambia sei anni prima dell’inizio del racconto, quando un branco di lupi affamati si avventa contro di lei per ucciderla, ma uno di essi la salverà. Da quel giorno, si creerà uno strano e fortissimo legame tra la ragazza e lo splendido lupo dai magnetici occhi gialli che la cerca sempre nel corso degli anni .. ma solo d’inverno. Grace cambierà.. si sentirà sempre più attrata e più a ‘casa’ nel mondo oscuro dei boschi del branco che nella sua famiglia o a scuola.

Quando un ragazzo, Jack, verrà ucciso nella sua città, iniziano le ricerche per uccidere il lupo che l’ha forse ammazzato, ma Grace tornando a casa troverà un ragazzo nudo e ferito quasi morente, e i suoi affascinanti occhi gialli le faranno riconoscere al volo che è lui.. il suo lupo: Sam.

Sam è un’affascinante e criptico ragazzo-lupo dall’oscuro e drammatico passato che vive una vita parallela: d’estate con il caldo torna umano, ma d’inverno, con il gelo, si trasforma nel bellissimo lupo che ossessiona i pensieri di Grace.
Tra i due nasce immediatamente un amore e un’attrazione irresistibile e irrefrenabile nonostante i mille problemi: Grace è l’unica a prendersi cura di Sam (cercando in tutti i modi non farlo ritornare lupo, di non fargli perdere il controllo), e per Sam, Grace, è ora l’unica ragione per restare umano ancora.
Ma la loro passione incontrerà mille ostacoli: Jack non è morto ma è stato trasformato in lupo e terrorizza la città, Isabel sua sorella verrà a conoscenza dell’orribile segreto da Grace e Sam, Olivia migliore amica della protagonista, verrà tragicamente trasformata a sua volta. Per non parlare del quesito che tormenta la protagonista : se è stata morsa anni prima, perchè non si è trasformata in lupa, pur sentendo un imprintig speciale con queste creature ?

Ma l’amore assoluto tra Sam e Grace è destinato a durare quei pochi giorni prima dell’inizio del freddo … visto che per Sam sarà l’ultimo inverno, e una volta trasformato non sarà più in grado di tornare alla forma umana, ogni giorno così potrebbe essere l’ultimo per i due giovani.


Una corsa contro il tempo.. contro il freddo .. esisterà un rimedio per Grace e Sam per continuare ad amarsi ? Riuscirà il ragazzo a lottare contro la propria natura per la sua unica ragione di vita ? Forse esiste una cura .. che però potrebbe uccidere il ragazzo.

Diciamo subito cosa all’inizio mi ha fatto storcere il naso: è scritto troppo di fretta, così almeno io l’ho recepito. Volevo che la Stiefvater si soffermasse più su alcuni punti .. per non parlare di un dato che mi faceva ridere: tutti i personaggi-umani della storia reagiscono piuttosto tranquillamente alla scoperta che esistono degli uomini-lupo mutaformi.. sono solo io la pazza che avrebbe qualche problema a riguardo se venisse a sapere una cosa come questa ? Ed il personaggio femminile, co-protagonista della storia, Grace, forse poteva essere delineato meglio o comunque non mi ha procurato questo grande attaccamento nei suoi confronti. Ma il tutto viene bilanciato da Sam … ooh Saaaam (occhi languidi obbligatori !)

Perchè ho parlato di co-protagonisti? Perchè è questo il bello della storia, davvero originale: viene raccontata dal punto di vista sia di Sam che di Grace, tanto da sembrare spesso una sorta di diario. Sembra banale invece non lo è, è un dato che rende più obbiettiva e realistica la storia con una panoramica così ampia: uno stesso avvenimento viene visto con occhi diversi dai due ragazzi che hanno prospettive tanto diverse quanto simili quando invece entrambi descrivono il reciproco innamoramento. Io mi sono ritrovata come potrete capire, a non vedere loro che fosse ‘il turno’ di Sam, e la descrizione magnifica e la caratterizzazione che la scrittrice ne fa, rende impossibile non adorarlo e volergli davvero bene dopo tutto quello che ha subito.

Lo stile della Stiefvater diventa quindi diverso e doppio a seconda di chi sia il narratore della storia: a tratti scorbutico, passionale, e molto ‘adolescente’ quando è Grace a parlare. Sensibile, tenero, cupo, ‘maledetto’, che spesso dà voce ai suoi pensieri in versi o canzoni, quando il punto di vista è di Sam. Il modo di scrivere della Stiefvater, se potessi usare un aggettivo, sarebbe “animalesco”: si affida ai sensi, raccontando episodi e sensazioni descrivendone continuamente gli odori, i profumi, come i raggi solari incorniciano l’ambiente. Una continua opposizione tra il caldo che i due innamorati sentono quando sono vicini, che rappresenta la vita e l’amore e la speranza, ed il gelo dei boschi e della lontananza, una minaccia sempre incombente come una spada di Damocle sul destino di Sam.

Il libro già dall’inizio diventa un conto alla rovescia: infatti ogni volta che viene cambiato il pdv da Sam a Grace la Stiefvater ci informa sulla temperatura circostante.. pensavo fosse una cosa abbastanza stupida.. fino a quando non ho compreso che lo scendere della temperatura equivaleva ad un tic-tac dell’orologio per Sam. Ogni grado che si abbassa è come una pugnalata .. il tempo corre.. e non sa quando per il freddo muterà in lupo definitivamente . 

Allora ho capito.. il senso di immediatezza del libro, di cui io ne facevo una pecca, diventa l’elemento-portante che simboleggia il poco tempo che i due innamorati hanno a disposizione prima della trasformazione finale che li dividerà. Il libro per questo si legge , sembra che si legga in un soffio.

L’ ottica dal punto di vista dei lupi è affascinante poi: ci racconta di un mondo più facile paradossalmente: dove si vive di emozioni pure e forti, dove il senso di famiglia e libertà è ancora un motivo per cui morire e lottare. Il libro quindi coinvolge, e le ultime pagine finali scorrono trattenendo il fiato: Sam rinuncerà al suo “vero ” mondo, quello dei lupi ? Ora che si sono trovati lui e Grace, saranno costretti a vivere in due mondi separati, vivendo nel ricordo di quei pochi  preziosissimi giorni felici che da umani hanno vissuto insieme?

Se muori dalla voglia di saperlo, caro lettore, o se un minimo ti ha incuriosito.. bè allora si, sei pronto per le atmosfere di ‘Shiver’, e ti tranquillizzo, non ci sarà nessuna attesa, la Saga (composta da ‘Shiver’, ‘Deeper’ e ‘Forever’) è tutta in libreria che aspetta solo di essere sfogliata.

Io non posso aspettare di sapere .. e  corro a continuare il secondo !!!

– Padme

Annunci

Un pensiero su “Shiver:Una storia d’amore e di lupi, chi sa andare oltre la propria natura ?

  1. Pingback: Deeper : l’amore ed il destino di Grace e Sam racchiusi nel sangue « Un-read, i non letti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...