Saturday Book Fever (29 Settembre)

Dopo tanto tempo, eccoci tornati al nostro “Saturday Book Fever“. Devo assumermi totalmente la colpa per questa assenza. Avevo troppi libri da leggere, quindi le mie visite alle librerie si sono rivelate un po’ infruttuose, fino allo scorso Giovedì, quando mi sono saltati subito all’occhio tre libri davvero interessanti. Per non confondervi le idee, barando un pochettino, ve li presenterò uno per uno.

Inizierò a parlarvi di quello che più di tutti speravo di incrociare, si tratta di “I primi tornarono a nuoto” di Giacomo Papi, edito da Einaudi.

More about I primi tornarono a nuotoRitornano tutti, uno per uno.
Vengono dall’Ottocento, dal Rinascimento, dalla Preistoria. Sono uguali a noi. Chiedono spazio e ospitalità. Non sono minacciosi all’inizio, solo smarriti e voraci: vogliono vivere, proprio come noi. E i vivi?
Adriano Karaianni è il medico che ha scoperto il primo rinato. Maria aspetta un bambino da lui. La loro storia fa da controcanto al destino che i vivi devono affrontare.
Con un ritmo serrato e il nitore di una lingua che sa descrivere la ferocia dell’umanità condannata a una vita senza fine, Giacomo Papi racconta un mondo dove nascere diventa un crimine. E reinventa con grande originalità uno dei luoghi più fecondi del nostro immaginario, quello del «ritorno dei morti», in cui ogni epoca ha proiettato paure e desideri inconfessati.
Hanno la stessa età e le stesse sembianze del giorno in cui sono morti. Ma presentano un metabolismo perfetto e sono famelici come bambini appena nati. Ricompaiono nei luoghi dove hanno vissuto.
Un uomo vaga nudo davanti a quello che un tempo era il suo posto di lavoro. Cerca la sua vecchia fabbrica, ma si trova davanti a un nuovo grattacielo. Un ragazzino accoltellato a 17 anni durante una rissa non riconosce più niente. Il suo decesso risale al 1850.
Il mondo si ripopola a ondate. All’inizio è una festa perché la morte è sospesa. Gli uomini attendono il ritorno delle persone che hanno amato, ma si continua a vivere in modo normale. Nessuno – nemmeno Adriano, il medico che ha diagnosticato il primo caso e che è in attesa di un figlio – sospetta che la terza ondata sarà così grande.
Nella lotta furiosa che si scatena tra i vivi e i rinati, dare alla luce un figlio è insensato. Ma è l’unico, disperato modo, in cui Adriano e Maria combattono per restare umani.
In un mondo in cui la morte è abolita, l’amore si rivela l’unica forza capace di spezzare la catena cieca della natura, e il desiderio di dare la vita l’unica via per riconnettersi con il senso – anche oscuro – dell’esistenza.

Da quando ho sentito leggere un estratto di questo libro su Radio Deejay, durante una puntata di “La Bomba” con Luciana Littizzetto, mi sono innamorata. Credo di non aver mai letto un “Fantasy/Horror” scritto da un autore italiano, quindi sono entusiasta di questa nuova esperienza e spero sia il primo di una lunga serie.

Se siete curiosi potete leggere un’estratto del libro in formato pdf, direttamente dal sito Einaudi.

Ed ora passiamo a voi la palla, quali sono le vostre più recenti scoperte? Scriveteci e consigliateci nuovi libri da leggere!!

Buon Weekend,

-Liz

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...