C’era una volta “il tempo libero”…

…ora potrei definirlo semplicemente uno sconosciuto. Capisci di essere diventato adulto nel momento in cui anche se vuoi, non riesci a star dietro alle cose a cui tieni. Quindi per 3 mesi mi sono dovuta assentare da Un-read a causa del mio lavoro che ha completamente assorbito la mia vita, evviva.. =.=’

Lasciandoci alle spalle questi 3 mesi di assenza, finalmente sono arrivate le vacanze e piano piano sto cercando di elaborare un modo per continuare a star dietro al blog anche quando rientrerò a lavoro, perché come diceva il buon Jack Torrance protagonista di Shining: “All work and no play makes Jack a full boy“.

Concentrandoci sulle vacanze, ovviamente come ogni anno in valigia ho messo un sacco di libri, giusto per non partire impreparati! ^.^

Quest’anno ho deciso di concentrarmi molto sullo Sci-Fi e Zombie, ecco quindi la mia book-list:

  • Epidemia Zombie” di Z.A. Recht;
  • Guida Galattica per gli Autostoppisti” di Douglas Adams;
  • La Quinta Onda” di Rick Yancey.

A presto dalla vostra lettrice nerd, con gli aggiornamenti sulle letture estive e su quelle di cui non vi ho mai parlato in questi 3 mesi!

-Desdemone (alias Liz)

Lettrice Nerd VS Shopping compulsivo: il primo passo è ammettere di avere un problema.

10155619_10202429307348680_1960145004299592105_nCiao a tutti, sono Lisa, Desdemone, e ho un problema: soffro di shopping compulsivo. Beh, «Normale,» penserete voi, «tutti noi nel nostro piccolo abbiamo problemi con lo shopping: vestiti, borse, accessori… chi saprebbe resistere?». No ragazzi, forse non avete capito, il mio shopping compulsivo riguarda solamente una cosa: I LIBRI!!

Il mio ragazzo non ha assolutamente problemi ad accompagnarmi in quello che definisco lo “shopping convenzionale”, anche perché sono una abbastanza decisa, raramente mi perdo visto che so esattamente quello che voglio e in quale negozio lo voglio comprare, però appena vede che mi avvicino ad una libreria inizia a sudare freddo: sa già che uscirò di lì con non meno di 3 libri e che la scelta per ridurre il numero a 3 sarà infinita.

Inutile ricordarmi quanti libri ho ancora da leggere, abbandonati nella mia libreria da mesi, se non anni, nell’apposito scaffale, purtroppo non esiste limite alla mia lista di attesa e sinceramente quando il raptus dello shopping mi coglie non c’è nulla da fare!!

Se vi state chiedendo quanto tempo abbia da dedicare alla lettura, posso dedurre che non abbiate mai letto i vecchi articoli di questa rubrica – FATELO – comunque per rispondervi autocitandomi: su una giornata di 24 ore dove 8 sono di lavoro, 30 minuti di viaggio verso casa, fai almeno 2 ore di tempo libero impiegato in vari modi tra cui mangiare, una media di almeno 6 ore di sonno per notte, 2 ore di skype con il mio ragazzo che sta lontano, il tempo dedicato a questo blog… insomma le ore che restano per leggere sono devvero poche!!

Ma alla fine che ci posso fare? Copertine invitanti, storie interessanti, serie che creano dipendenza, autori che molto spesso rappresentano una certezza e nuovi autori che non vedi l’ora di scoprire.. NEL MONDO DI UN LETTORE NERD è DAVVERO DIFFICILE RESISTERE A TUTTE  QUESTE TENTAZIONI!!

Sicuri di non riconoscervi in questo ritratto disastroso di dipendenza? Nel caso la vostra risposta fosse “No”, non saprei davvero se ritenervi poi così fortunati… =P

-Desdemone

E-book si o e-book no?

libri_e_ebookIl dilemma di questi ultimi anni, almeno se si è un lettore, più precisamente un lettore NERD. Quindi facciamo un po’ di chiarezza..

Premetto che da questo Natale sono la felice e orgogliosa mamma di una nuova creatura che accudisco con amore, dalla quale mi separo malvol… macchè, dalla quale proprio non mi separo. Il mio piccolo  (senza specificare la marca) è un tablet dal quale è possibile scaricare e leggere libri in pdf (e altri formati).E la mia vita è cambiata.

Io fanatica del cartaceo, del rovistare tra gli scaffali della libreria a ricerca di qualche titolo interessante, dello sfogliare qualche pagina per capire ‘se la storia mi ispira’, dell’atto atavico  dell’annusata alle suddette pagine del libro (suvvia, chi non lo fa?), dell’orgoglio nel vedere i libri impalati sulla mia mia scrivania in equilibrio precario, ebbene si proprio IO, ho ceduto al lato oscuro della forza.

Per chi non fosse pratico o non conoscesse questi tipi di tablet specifici per la lettura di e-book, deve sapere che con questo piccolo oggetto, grande poco più di un iphone quasi, è possibile tenere centinaia e centinaia di libri, in pratica come portarsi la propria libreria in borsetta. Il sogno di ogni lettrice/lettore ! Per non parlare poi delle altre comodità come lo schermo non traslucido e anti-riflesso che permette di leggere da qualsiasi angolazione, dalla batteria che con uno intensivo necessita di essere ricaricata si e no una volta al mese. Quindi insomma capirete che i vantaggi che se ne hanno sono notevoli.

I libri in pdf, spesso ‘pirata’, che si trovano sul web, sono diventati una vera e propria piaga per l’Editoria, ed hanno fatto si che quest’ultima escogitasse un modo tutto nuovo di comprare libri. Negli ultimi  anni è quindi impazzata la mania degli acquisti tramite appositi store, dove possono essere scaricati legalmente un’infinita di libri in formato e-book, con dei prezzi davvero davvero modici (si parla di un minimo di 0.80 €), per leggerli poi in tutta comodità con i propri tablet. E questo mi ha affascinata.. l’idea di poter trovare e avere un libro subito, a qualunque orario del giorno e della notte, grazie ad un paio di click, nel giro di un minuto.

L’esigenza di scrivere questo articolo mi è nata dalla voglia di esprimermi in merito a questa ‘battaglia’ tra i puristi del cartaceo o quelli del digitale. Io, dal canto mio, supporto entrambe le fazioni per un semplice motivo. Perchè mettere limiti alle lettura? Purchè si legga, e nei limiti della legalità, ogni mezzo è lecito, no?

Quindi benvenga la modernità e la tecnologia anche nel campo della lettura, specialmente se la incrementa e avvicina sempre più schieri di giovani internauti ai libri.

Dall’altro canto però,  anche se è inevitabile, spero che il libro, nel suo formato così come lo abbiamo conosciuto dai tempi del Medioevo, non diventi solo un pezzo da collezione.

Ebbene si verrà un giorno in cui magari mia nipote indicherà  un libro, custodito dietro la teca di un museo e mi dirà con aria scioccata “ Tu davvero leggevi su quei così ?“. Ma speriamo che ciò avvenga il più tardi possibile.

Quindi per concludere…. COESISTENZA PACIFICA SIA TRA LIBRI ED E-BOOK !

Padme.

L’importanza dei libri “paracadute” per una lettrice nerd alle prese con le vacanze estive.

20130806-111613.jpg

Quella che vedete qui affianco è la mia valigia prima della partenza per il mare, posso già affermare che dopo una settimana di soggiorno vacanziero il numero di libri in mio possesso sia già notevolmente aumentato.

Già perché un vero lettore nerd parte preparato e non lascia nulla al caso. Innanzi tutto sempre valutare per eccesso: MAI PARTIRE CON MENO DI 3 LIBRI IN VALIGIA. Lo so, le librerie esistono anche al mare – ed io le ho già svuotate tutte… – però non bisogna mai affidarsi al caso, è sempre consigliabile avere un po’ di scorta di libri per non rimanere fregati e senza nulla da leggere sotto l’ombrellone.

Ovviamente quello appena descritto è uno scenario paradossale e quasi apocalittico, in realtà lo so per certo che non rimarrei a corto di libri, però che lettrice nerd sarei se nella mia mente non mi profilassi tale possibilità? E’ assodato, ormai lo sapete anche voi: PER ME LEGGERE E’ UN’OSSESSIONE. Sono una lettrice compulsiva, lo ammetto, quindi da ossessivo/compulsiva quale sono devo per forza assecondare le mie ossessioni e partire senza 3 libri “paracadute” sarebbe un atroce errore.

Oltretutto vi pregherei di non sottovalutare l’importanza dei libri paracadute soprattutto nell’eventualità in cui passerete le vostre vacanze in una nuova località. Ci vorrà infatti tempo prima di creare una mappatura delle librerie della zona, soprattutto se isolate, e di conseguenza potreste correre il rischio di finire il libro che state attualmente leggendo senza aver trovato un degno sostituto.

Quindi cari colleghi vi supplico: NON LASCIATE MAI NULLA AL CASO E PORTATEVI DIETRO SEMPRE I VOSTRI 3 LIBRI PARACADUTE E NON RIMARRETE MAI DELUSI.

Ed ora vi saluto, l’ombrellone mi attende e con esso un fitto pomeriggio di sole, mare e lettura.

Buone Vacanze e Buone Letture!!

-Liz

Quando la vita di una lettrice Nerd fa a pugni con la realtà.

Troppe cose da fare e troppo poco tempo per farle“, purtroppo è passato più di un mese dall’ultima volta che abbiamo scritto sul blog, ma tra l’incendio a casa di Padme ed il mio lavoro che si accumula proprio nel mese di maggio, non siamo riuscite più a scrivere nulla.

Noooo ho dimenticato il libro a casa del mio ragazzo!!

Non avete idea di quanto ci sia mancato il blog, scrivere e commentare insieme a voi i libri che ci ossessionano.. Questo post è per annunciare il nostro grande ritorno!!! Non penserete mica che ci arrenderemo per così poco?! La lettura è proseguita, siamo sommerse dalle recensioni che abbiamo in arretrato e ci stiamo già muovendo per pubblicarle al più presto, ed inoltre riprenderemo l’attività dei nostri appuntamenti fissi con “Teaser Tuesdays” e “W…W…W… Wednesdays“.

A presto,
Liz e Padme

Preparativi natalizi di una lettrice nerd…

Come potete ben vedere, il Natale manda nel pallone anche noi povere lettrici nerd. Questa settimana specialmente. Avrete notato sicuramente l’assenza di recensioni, abbiamo persino saltato le nostre rubriche settimanali… lo so, siamo davvero imperdonabili.

Contiamo di recuperare con la prossima settimana, promesso!! Intanto sto iniziando a preparare le valige per il ponte natalizio, dove superati i giorni di fuoco – 24, 25, 26 – mi lancerò nella lettura. Quindi in realtà le mie valige si compongono più di libri che di vestiti, anche perchè è assolutamente impossibile decidere CHI lasciare a casa – già parlo dei libri come se fossero persone… nessuna novità!!

Poi ovviamente vuoi non comprare un libro girando per le librerie della zona? Non sarebbe assolutamente da me!! Quindi il numero crescerà esponenzialmente nella certezza che nessuno mi regalerà libri per Natale, una cosa che peraltro esigo e pretendo: cosa c’è di più brutto che scartare un libro di Federico Moccia o Wilbur Smith??? Purtroppo mi è già capitato, un’esperienza terrificante visto che è matematicamente certo che quanto qualcuno ti regala qualcosa che sicuramente non ti piacerà è sempre presente al momento dello scarto del pacchetto…

Insomma, quando ti fai la nomea del lettore, il rischio è che ti capitino delle vere schifezze e quelli che conoscono i tuoi gusti si possono contare sulle dita di una mano. In ogni caso un consiglio gratuito: MAI REGALARE LIBRI SE NON SI E’ CERTI DEI GUSTI DEI VOSTRI AMICI/PARENTI/CONOSCENTI!!

Dopo queste pillole di saggezza nerd vi saluto e corro a postare il Teaser Tuesdays.

A risentirci per nuovi aggiornamenti sulle mie valige e traslochi di libri causa Vacanze Natalizie.

-Liz

Il dramma del trasloco della libreria di una lettrice nerd.

Oggi cari amici di Unread, purtroppo niente “W…W…W… Wednesdays“. Il motivo? Ammetto che ripostare per la terza volta gli stessi libri sarebbe stato alquanto ridicolo, così ho deciso di dare sfogo alla natura del mio attuale disagio: IL TRASLOCO DELLA LIBRERIA!!

Tutto nasce ovviamente dalla mia testolina, da quel dì che mi venne in mente di cambiare stanza, rivoluzionando così lo Studio, una stanza che era stata destinata principalmente ai libri/scrivania/zona pc/stanza della musica/relax, perché tanto avendo finito da tempo l’università non mi serviva più. Beh, la cosa in un certo senso mi si è rivoltata contro il giorno in cui sono tornata a casa ed ho trovato tutti i miei libri sistemati in due enormi scatoloni.

Nessuno ama i traslochi, io men che meno visto che ho cambiato casa nel 2001 e nella mia cantina ci sono ancora degli scatoloni che risalgono a quell’epoca. Ma i miei libri non rimarranno MAI in quegli scatoloni!!!

Tutto questo è accaduto perché per far posto al letto nuovo è stato necessario smontare la mia bellissima libreria Billy dell’Ikea strainfognata di libri… ah quanto mi manca!!
Quindi per far spazio ai miei amati romanzi, ho dovuto finalmente mettere mano ai libri di testo dell’università e a quelli delle superiori (già ancora non avevo messo via tutti i libri delle superiori). Fondamentalmente non mi piace inscatolare le mie cose, alla fine infatti ho donato i libri delle superiori ai miei cugini e quelli dell’università sono stati decisamente sfoltiti, ma non inscatolati.

In ogni caso il caos ha preso pieno possesso della mia nuova stanza – devo tralasciare il fatto che ho anche una nuova scrivania e devo ancora svuotare una cassettiera di quella vecchia? Secondo le leggi del caos, è possibile che la mia stanza si rimetta a posto da sola? Nella speranza che ciò avvenga, e che magari si porti dietro anche il posto per una nuova libreria, vi saluto e torno alla mia ricerca dell’ordine.

-Liz