Nuovo regista per “Matched”!

Più riguardo a MatchedE’ passato molto tempo da quando la Disney, lo scorso Settembre, ha annunciato che David Slade sarebbe stato il regista di “Matched“, adattamento cinematografico del primo romanzo della trilogia fantascientifica di Ally Condie, e da allora non si è saputo più nulla.

Il progetto è rimasto fermo e addirittura la Heat Vision rivela che la major ha deciso di cambiare regista: sarà Jon M. Chu (G.I. Joe – la Vendetta) a dirigere il film.

La sceneggiatura è già pronta ed è stata scritta da Michelle e Kieran Mulroney (Sherlock Holmes: Gioco di Ombre), mentre alla produzione vi saranno Adam Shankman e Jennifer Gibgot.

Chu dovrebbe dirigere anche un altro progetto, Masters of the Universe (sì, stiamo parlando proprio di He-Man), ma a quanto pare “Matched” sarà la sua nuova priorità.

Insomma, niente più Slade e la cosa mi sconvolge non poco… Speriamo che presto venga fuori la lista degli attori. Voi avete già in mente qualcuno per le parti principali di Ky, Cassia e Xander? Si apre ufficialmente il toto-attori!!

Se ancora non avete letto “Matched”, ecco la mia recensione!

Annunci

Matched diventa film e verrà diretto da David Slade!

matched-light1_1.jpgL’Hollywood Reporter ha annunciato, in anteprima, che David Slade, regista di Hard Candy30 Giorni di BuioThe Twilight Saga: Eclipse e di diversi video musicali (tra i quali ricordiamo quelli dei Muse, Stereophonics, AFI, Killers), dirigerà, per la Walt Disney Pictures, l’adattamento cinematografico di Matched, il primo romanzo della trilogia sci-fi di Ally Condie che sta riscuotendo un enorme successo negli Stati Uniti e di cui abbiamo parlato un po’ di mesi fa.

Lo script sarà a cura di Michelle e Kieran Mulroney (Paper Man, Sherlock Holmes: Gioco d’Ombre).

In Italia il primo volume, edito da Fazi Editore, è stato pubblicato lo scorso maggio con il titolo Matched – La Scelta. Aspettiamo con ansia i dettagli sull’uscita del secondo e del terzo capitolo, Crossed Reached. Il libro è davvero molto bello, in pieno stile distopico. Potete rinfrescarvi la memoria leggendo la nostra recensione.

Nessuna notizia sulla data di uscita e sul casting, ma sicuramente questa è una notizia davvero bella per inaugurare la nostra nuova rubrica. Inoltre sono una fan di David Slade, quindi la notizia è doppiamente gradita!!

-Liz

Matched, La scelta – “Non andartene docile in quella buona notte”.

Hanno perfezionato l’arte di darci solo il minimo indispensabile di libertà: quando siamo pronti ad azzannare, gli basta lanciarci un’ossicino, e noi ci rotoliamo, pancia all’aria, comodi e tranquillizzati come quel cane che ho visto una volta a casa dei nonni, nelle Terre Agricole. Hanno avuto decenni per perfezionare questa tecnica: perché mi sorprendo quando vedo che su di me funziona sempre, tutte le volte?


Inizia così una nuova avventura, riconosco di avere un debole per le saghe. Sarà una nuova forma di dipendenza? Molto probabilmente sì, ma me ne vanto! Così eccomi qui a recensire Matched, un libro che piano piano ha iniziato a piacermi sempre di più. Ricordiamoci che esco fuori appena ora dalla Trilogia delle Gemme, non poteva essere proprio amore a prima vista, ma devo dire Che Ally Condie ci è andata molto vicino!!

More about Matched

«Non andartene docile in quella buona notte, infuria, infuria, infuria contro il morire della luce».
Cassia non ha mai avuto dubbi: la Società sceglierà sempre il meglio per lei. Cosa leggere, cosa amare, in cosa credere.
E quando il volto di Xander appare sullo schermo dell’Abbinamento, il sistema che unisce individui geneticamente compatibili per creare coppie perfette, Cassia non ha incertezze: è lui il suo Promesso, il ragazzo giusto per lei. La sua gioia, tuttavia, non durerà a lungo: un malfunzionamento nel Sistema le mostrerà il volto di un’altra persona, proprio prima che lo schermo si oscuri, qualcuno che lei conosce, Ky Markham.
La Società le comunica che si è trattato di un errore tecnico, cosa rara in un mondo in cui le sviste non sono ammesse, ma Cassia non può impedirsi di pensare a lui, d’incontrare il volto del ragazzo in ogni suo sogno, in ogni suo pensiero. E una domanda, la più proibita e pericolosa, inizia a farsi strada: e se non fosse lei ad essere sbagliata? Se fosse Ky il suo vero Promesso?
Quale sarà la scelta di Cassia? Tra Xander e Ky, tra un amore obbligato ed un amore che è il simbolo stesso della ribellione, chi avrà la forza di scegliere?

Il mio rating: 

Cosa accadrebbe se la nostra vita fosse già completamente organizzata? Se qualcuno decidesse al posto nostro chi amare, che lavoro fare, cosa mangiare, quando morire? Questo è quello che accade nel mondo di “Matched”.

Era da tempo che questo romanzo mi balzava sempre davanti ogni volta che entravo in una qualsiasi libreria, forse è stato sciocco da parte mia non leggere subito il segnale che molto probabilmente lo avrei adorato.

Ci troviamo in un futuro orwelliano, dove la Società governa le Provincie ed i suoi abitanti. La razza umana è ormai ridotta a livello di automi che obbediscono inermi a tutto ciò che la Società chiede: la Società agisce per il bene di tutti. Ogni aspetto della vita quotidiana viene scandito da una rigida tabella: ore di lavoro, ore di studio, attività fisica, attività extra-scolastiche, persino il tempo libero diventa un’attività come le altre in quanto ai cittadini non vengono lasciate molte opzioni di scelta. Il cibo è solo uno strumento di sopravvivenza, un modo per ingerire le giuste sostanze nutritive. I cittadini sono del tutto uniformati, a distinguerli esistono solo i diversi lavori e le diverse funzioni, anche queste decise dalla Società.

Tutte le “scelte” che la Società compie avvengono attraverso un calcolo statistico ottenuto attraverso l’osservazione dei soggetti ed elaborato dalle avanzate tecnologie informatiche che definiscono così tutti gli aspetti di un individuo: dal cibo preferito, alle relazioni personali. Ciò però su cui si focalizza principalmente l’attenzione della Società è l’analisi del patrimonio genetico per combinare matrimoni utili alla conservazione ed al miglioramento della specie umana.

Nel mondo di Matched gli abbinamenti (appunto Match, da cui deriva il titolo) non vengono fatti per amore, ma per creare esseri sempre più perfetti. Non vi è spazio per il caso e non esistono imprevisti: l’Abbinamento è il mezzo che permette la creazione di esseri migliori, debellando malattie e prolungando la vita degli individui in modo che arrivino all’anzianità in perfetto stato di salute. Sarà poi la stessa Società a decidere quando un individuo dovrà morire, generalmente al compimento del suo ottantesimo compleanno.

Continua a leggere