‘La Confraternita del Pugnale Nero’, ovvero, se un libro dà assuefazione, cosa possono fare 12 libri?

Sono certa, certissima del fatto che fra tutte le sindrome catalogate dal Maestro Singmund Freud, manchi quella relativa all’ossessione non tanto per la lettura in sè, ma nello specifico per la Saghe (mentre per quanto riguarda lo shopping compulsivo di libri, rimando al magnifico exursus trattato nell’articolo precedente a questo, dalla mia socia DesdemOne).

Ebbene si, nella mia vita da lettrice mi è capitato di leggere Saghe composte al massimo da 5 libri.. ma ho voluto alzare il tiro, sentivo che nel mio percorso da Nerd mancava qualcosa. Da amante del genere vampiresco, quest’anno ho più e più volte sentito parlare della Saga ‘La Confraternita del Pugnale Nero’ di J.R. Ward. Dapprima scettica, quando si tratta di vampiri (avendo letto certe schiffezze quest’anno sui nostri amici dai canini appuntiti), l’ossessione per questa storia per molte lettrici che conosco, per la quale è diventata una specie di droga, mi ha spinta ad iniziare il primo libro. Sono arrivata al quinto nel giro di un mesetto.

 

La lettura di questa Saga per me è stata un’altalena emotiva, talmente tante sono le cose che mi sono piaciute che di pari passo, altrettante quelle che non ho apprezzato.. ma nonostante questo ho adorato la struttura narrativa.

Per chi non conoscesse questa Saga, la storia gira intorno a 7 guerrieri vampiri che formano appunto l’ordine ‘Del Pugnale Nero’,e ai loro amici-alleati, e in ogni libro viene assunto il punto di vista di ciascuno di questi vampiri.Così che, seppur la scrittrice sia la stessa, lo stile cambia, si evolve in linea con il carattere del personaggio che racconta la sua storia… e l’ho trovato davvero interessante, forse la cosa che mi è piaciuta di più.

Nel corso della lettura la Saga originariamente era composta da 11 libri, ma ecco che mesi fa la scrittrice ne ha pubblicato un nuovo, che sarà edito in Italia fra alcuni mesi (non si sa ancora con esattezza quando).

Insomma.. chi è alla ricerca di ‘tanta roba’ da leggere, di una lettura non eccessivamente impegnativa ma anche molto intrigante fatta di amore indissolubile, sesso (aimè sin troppo qui), maledizioni, guerre, divinità, combattimenti, amicizia e fratellanza, potrà senza dubbio trovare pane per i suoi denti.

Ma non voglio anticiparvi di più, così come non vi svelerò le cose che mi hanno fatto storcere un po’ il naso.. lo saprete a tempo debito.

Questo è solo un anticipo… appena terminerò la Saga, un unico mega articolo che racchiuderà ciò che mi hanno trasmesso questi libri, sarà disponibile per voi.. e chissà che leggendolo, non vi ispiri  voglia di immergervi in queste 12   storie !

A presto dunque con la recensione.

 

Padme.

Lettrice Nerd VS Shopping compulsivo: il primo passo è ammettere di avere un problema.

10155619_10202429307348680_1960145004299592105_nCiao a tutti, sono Lisa, Desdemone, e ho un problema: soffro di shopping compulsivo. Beh, «Normale,» penserete voi, «tutti noi nel nostro piccolo abbiamo problemi con lo shopping: vestiti, borse, accessori… chi saprebbe resistere?». No ragazzi, forse non avete capito, il mio shopping compulsivo riguarda solamente una cosa: I LIBRI!!

Il mio ragazzo non ha assolutamente problemi ad accompagnarmi in quello che definisco lo “shopping convenzionale”, anche perché sono una abbastanza decisa, raramente mi perdo visto che so esattamente quello che voglio e in quale negozio lo voglio comprare, però appena vede che mi avvicino ad una libreria inizia a sudare freddo: sa già che uscirò di lì con non meno di 3 libri e che la scelta per ridurre il numero a 3 sarà infinita.

Inutile ricordarmi quanti libri ho ancora da leggere, abbandonati nella mia libreria da mesi, se non anni, nell’apposito scaffale, purtroppo non esiste limite alla mia lista di attesa e sinceramente quando il raptus dello shopping mi coglie non c’è nulla da fare!!

Se vi state chiedendo quanto tempo abbia da dedicare alla lettura, posso dedurre che non abbiate mai letto i vecchi articoli di questa rubrica – FATELO – comunque per rispondervi autocitandomi: su una giornata di 24 ore dove 8 sono di lavoro, 30 minuti di viaggio verso casa, fai almeno 2 ore di tempo libero impiegato in vari modi tra cui mangiare, una media di almeno 6 ore di sonno per notte, 2 ore di skype con il mio ragazzo che sta lontano, il tempo dedicato a questo blog… insomma le ore che restano per leggere sono devvero poche!!

Ma alla fine che ci posso fare? Copertine invitanti, storie interessanti, serie che creano dipendenza, autori che molto spesso rappresentano una certezza e nuovi autori che non vedi l’ora di scoprire.. NEL MONDO DI UN LETTORE NERD è DAVVERO DIFFICILE RESISTERE A TUTTE  QUESTE TENTAZIONI!!

Sicuri di non riconoscervi in questo ritratto disastroso di dipendenza? Nel caso la vostra risposta fosse “No”, non saprei davvero se ritenervi poi così fortunati… =P

-Desdemone

“Raven Boys”, baci mortali e re leggendari.

Era tanto che aspettavo di leggere un romanzo di Maggie Stiefvter, avrei tanto voluto leggere I Lupi di Marcy Fall ma il tema dei licantropi, protagonisti di quella serie,  non mi è mai stato molto affine. Per fortuna ho finalmente realizzato questo desiderio grazie a “Raven Boys” e l’ho letteralmente divorato!

Infinite volte le avevano fatto aprire la mano, esaminato il palmo, letto il futuro da un mazzo di carte con il bordo di velluto sparso sul tappeto del salotto di famiglia. I pollici venivano premuti sul mistico, invisibile terzo occhio che avrebbe dovuto trovarsi tra le sopracciglia. Venivano disegnate rune, interpretati sogni, scrutinate foglie di tè e condotte sedute spiritiche.
Eppure tutte le donne giungevano alla medesima conclusione, così brutale e inspiegabilmente specifica. Ciò su cui tutte concordavano, nelle diverse lingue della chiaroveggenza, era questo: se Blue avesse baciato il suo grande amore, egli sarebbe morto.

the raven boys“E’ la vigilia di San Marco, la notte in cui le anime dei futuri morti si mostrano alle veggenti di Henrietta, Virginia. Blue, nata e cresciuta in una famiglia di sensitive, vede per la prima volta uno spirito e capisce che la profezia sta per compiersi: è lui il ragazzo di cui s’innamorerà e che è destinata a uccidere. Il suo nome è Gansey ed è uno dei ricchi studenti della Aglionby, prestigiosa scuola privata di Henrietta i cui studenti sono conosciuti come Raven Boys, i Ragazzi Corvo, per via dello stemma della scuola, e noti per essere portatori di guai.
Blue si è sempre tenuta alla larga da loro, ma quando Gansey si presenta alla sua porta in cerca di aiuto, pur riconoscendolo come il ragazzo del destino non può voltargli le spalle. Insieme ad alcuni compagni, Gansey è da molto tempo sulle tracce della salma di Glendower, mitico re gallese il cui corpo è stato trafugato oltreoceano secoli prima e sepolto lunga la “linea di prateria” che attraversa Henrietta. La missione di Gansey non riguarda solo un’antica leggenda, ma è misteriosamente legata alla sua stessa vita. Blue decide di aiutare Gansey nella sua ricerca, lasciandosi coinvolgere in un’avventura che la porterà molto più lontano del previsto”.

 

Semplicemente leggendo la trama avevo riposto molta speranza in questo libro e sono davvero felice che questa mia prima esperienza con Maggie Stiefvater si sia rivelata positiva. Sono rimasta davvero affascinata dal mondo che l’autrice è riuscita a creare, riempiendolo di personaggi davvero singolari, leggende e misteri da risolvere.

Diciamo che il primo stadio della lettura di questo libro è stato una “leggera confusione” proprio perché l’autrice non perde tempo nel mettere in gioco subito tutti i personaggi, esagerando con i primi avvenimenti e soffermandosi molto sulle vite di ogni singolo elemento – cosa che in ogni caso apprezzo perché mi piace aver davanti dei personaggi ben costruiti. Il secondo stadio è la “voglia di sbrogliare la fitta trama” cercando di collocare ogni pezzo al suo posto. Il terzo stadio è stato “piccola tristezza” (e leggendo capirete perché) / “enorme soddisfazione” misto a “quando arriva il prossimo libro?“. Insomma sembrerebbe proprio che quella proposta da Maggie Stiefvarter sia la formula chimica perfetta che sta dietro alla dipendenza.

Il primo personaggio che incontriamo leggendo il libro è quello di Blue Sargent e la prima cosa che sappiamo di lei è la profezia che la riguarda: Blue Sargent avrebbe ucciso il suo primo amore. Blue ha passato metà della sua vita a cercare di capire come avrebbe potuto uccidere il suo vero amore con un semplice bacio, si è scervellata alla ricerca di una spiegazione logica arrivando ad una sola conclusione: il vero amore non esiste quindi lei non si sarebbe mai innamorata. Continua a leggere

Un nuovo libro per la saga ‘I Lupi di Mercy Falls’

Una magnifica notizia che serpeggiava da tempo, è stata finalmente indirettamente confermata dalla diretta interessata. Maggie Stiefvater, già autrice di una Saga di cui sul blog abbia spesso parlato ‘I Lupi di Mercy Falls’, sul suo account facebook ha pubblicato l’anteprima della copertina inglese del suo nuovo libro ‘Sinner’!

Quindi è sicuro, questo libro andrà ad unirsi alla trilogia composta da ‘The Shiver’ ‘Deeper’ e ‘Forever’, ed ecco a proposito cosa la Stiefvater spiegava mesi fa.

“Per me finire la trilogia di Shiver è stato un momento agrodolce – sapevo che non sarei più tornata a Mercy Falls una volta che la storia di Sam e Grace fosse finita. Ma Cole e Isabel si facevano sentine nel profondo della mia mente. Entrambi erano completi a metà alla fine della trilogia, e volevo sapere se potevano essere completi del tutto.”

Quindi si tratta di una sorta di spin-off in cui Cole ed Isabel saranno i protagonisti della storia. Anche se non è ancora confermato, pare che il libro uscirà ad INIZIO LUGLIO in inglese, ancora invece non si sa nulla per la versione italiana, ma sicuramente sarà da lì a pochi mesi. Teniamo d’occhio la Rizzoli, la casa editrice  italiana.

Quindi una grande notizia per tutti i fan di questa Saga…. io non vedo letteralmente l’ora di ri-immergermi nelle bellissime atmosfere della Stiefvater !

 

Padme.

“Ogni Giorno” – Hai mai sognato di essere un’altra persona?

Quando una trama ti colpisce non puoi far a meno di acquistare un libro, se poi il libro risulta essere all’altezza delle tue aspettative non puoi far a meno di essere assolutamente entusiasta di quello che hai appena finito di leggere, se poi alla fine scopri che l’autore è un genio e ha collaborato alla scrittura di un’altra storia che adori, capisci che queste 3 cose non sono una pura casualità. Questo è quello che mi è accaduto leggendo “Ogni Giorno” di David Levithan.

Da quando è nato, A si risveglia ogni giorno in un corpo diverso. Per ventiquattr’ore abita il corpo di un suo coetaneo, che poi è costretto ad abbandonare quando il giorno finisce. Di giorno in giorno, A può essere qualsiasi persona: uomo, donna, di qualsiasi etnia, di qualsiasi preferenza sessuale, l’unica costante è l’età, 16 anni. Affezionarsi alle esistenze che sfiora è un lusso che non può permettersi, non è concesso influenzarle perché è un peccato di cui non vuole macchiarsi. Gli succede da così tanto tempo che ormai ha imparato a non lasciarsi dietro tracce del suo passaggio.

Ma tutte le regole che si è creato, per proteggere la sua esistenza e quella del suo ospite, perdono significato quando però conosce Rhiannon. A si innamora, non è un amore condizionato dal ricordo che il corpo ha della persona che gli siede davanti, è LUI che prova questo sentimento e alla luce di questo chiudere gli occhi e riprendere il cammino da nomade è impossibile.

A cerca di stabilire un contatto, non è pronto a lasciare Rhiannon, così ogni giorno si sveglia e cerca di raggiungerla: mail, telefonate, disperate corse in macchina… tutto questo occupando ogni giorno un corpo diverso. Rhiannon all’inizio è spiazzata, capisce che è sempre A in corpi diversi, lui riesce a confessare la sua maledizione, fino a convincere Rhiannon che è tutto vero, che quello che ogni giorno si presenta da lei è la stessa persona. Continua a leggere

W…W…W.. Wednesdays (7 Agosto)

Buon pomeriggio unreaders,

rieccoci qui per la nostra rubrica del mercoledì: “W…W…W… Wednesdays“.

Come sempre dobbiamo la nostra rubrica a quei geniacci del blog “Should Be Reading”, scopo del gioco è quello di condividere le vostre letture con altri lettori, rispondete alle domande che troverete qui sotto e commentate!

www wednesdays

What are you currently reading?
Cosa state leggendo al momento?

What did you recently finish reading?
Che cosa avete appena finito di leggere?

What do you think you’ll read next?
Che cosa leggerete prossimamente?

W… W… W… di Liz:

  • Più riguardo a Oltre l'esilio. Diario di un sopravvissuto agli zombieWhat are you currently reading? – Cosa state leggendo al momento? Al momento sto leggendo il seguito di “Diario di un sopravvissuto agli zombie“, “Oltre l’esilio” di J.L. Bourne. L’autore è un genio!! Dipendenza a mille, faccio estrema fatica a staccarmi dal libro, conto di finirlo stanotte e domani credo che passerò direttamente al terzo libro…
  • Più riguardo a Bitten. La notte dei lupiWhat did you recently finish reading? Che cosa avete appena finito di leggere? Ho finito la scorsa settimana “La notte dei lupi – Bitten” di Kelley Armstrong. Come sempre la Armstrong è una grande narratrice, però devo confermare la mia avversione al mondo dei licantropi, la storia non mi prende del tutto. Speriamo che la cosa cambi con il secondo libro.
  • Più riguardo a Oltre l'esilio. Diario di un sopravvissuto agli zombieWhat do you think you’ll read next? Che cosa leggerete prossimamente? Come ho già annunciato poco più sopra, annuncio con certezza che il prossimo libro che leggerò sarà “La Clessidra Infranta” di J.L. Bourne, il terzo ed ultimo – purtroppo – capitolo della saga “Day by day, Armageddon”… ah come farò poi senza i miei amati sopravvissuti?!

Ed ora rigiro a voi le domande: Che cosa avete appena finito di leggere? Cosa state leggendo al momento? Che cosa leggerete prossimamente? Aspetto con ansia le vostre risposte, siamo sempre alla ricerca di nuovo materiale da leggere!!!

Buone letture a voi!

-Liz

 
 

W…W…W.. Wednesdays (17 Luglio)

Buonasera unreaders,

Scusatemi per non aver postato ieri il “Teaser Tuesdays”, ma non ce l’ho fatta, però mi sdebiterò oggi riaprendo la rubrica del mercoledì: “W…W…W… Wednesdays“.

Come sempre dobbiamo la nostra rubrica a quei geniacci del blog “Should Be Reading”, scopo del gioco è quello di condividere le vostre letture con altri lettori, rispondete alle domande che troverete qui sotto e commentate!

www wednesdays

What are you currently reading?
Cosa state leggendo al momento?

What did you recently finish reading?
Che cosa avete appena finito di leggere?

What do you think you’ll read next?
Che cosa leggerete prossimamente?

W… W… W… di Liz:

  • Più riguardo a Bitten. La notte dei lupiWhat are you currently reading? – Cosa state leggendo al momento? Al momento sto leggendo “La notte dei lupi – Bitten” di Kelley Armstrong. Come sempre la Armstrong è una grande narratrice, però, forse a causa della mia personale avversione al mondo dei licantropi, la storia non mi prende ancora del tutto. Speriamo che la cosa cambi nelle prossime pagine.
  • Più riguardo a Eroi dell'OlimpoWhat did you recently finish reading? Che cosa avete appena finito di leggere? Ho finito da poco di leggere “Eroi dell’Olimpo – L’eroe perduto” di Rick Riordan. Bello, come sempre il mondo ellenico mi prende tantissimo. Anche se si sente molto la mancanza di Percy Jackson, questo libro è altamente consigliato, soprattutto se amate il mondo della mitologia greca e potrà rivelarsi sicuramente un’ottima lettura estiva.
  • Più riguardo a Oltre l'esilio. Diario di un sopravvissuto agli zombieWhat do you think you’ll read next? Che cosa leggerete prossimamente? Sta volta ci siamo davvero, l’ho ritirato ed il prossimo libro che leggerò sarà il seguito di “Diario di un sopravvissuto agli zombie“, “Oltre l’esilio” di J.L. Bourne, S I C U R O!! A questo punto non ci sono più scuse…

Ahahahah, cavolate a parte, ora rigiro a voi le domande: Che cosa avete appena finito di leggere? Cosa state leggendo al momento? Che cosa leggerete prossimamente? Aspetto le vostre risposte!!!

Buone letture a voi!

Liz