Teaser Tuesdays (6 Maggio)

Buonasera Un-readers!!

Un po’ in ritardo, ma come ogni martedì eccoci qui per il Teaser Tuesday, preso in prestito come sempre dal blog “Should Be Reading”.

Conoscete le regole? Per partecipare non dovrete far altro che seguirle:

Should Be Reading• Prendete il libro che state leggendo.
• Aprite una pagina a caso.
• Condividete due “teaser sentences” o più. Ovvero due frasi, una di seguito all’altra, le più interessanti o particolati che trovate nella pagina.
• ATTENTI A NON SPOILERARE! (siate sicuri che ciò che volete condividere non dia troppe informazioni fondamentali!!).
• Condividete titolo e autore, così che gli altri partecimanti possano aggiungere il libro nella loro lista personale nel caso la frase stuzzichi la loro curiosità!

Teaser Tuesdays di Liz:

LaSfidaDelNumero5“Ho sentito un sibilo sopra di me e, alzando lo sguardo, ho visto un fluido nero e viscoso che scivolava lungo la catena. Emanava un puzzo acre, come di plastica bruciata; sembrava che facesse arrugginire il metallo che toccava, e poco dopo mi ha avviluppato i polsi. Ho iniziato a gridare”.

◊ “La sfida del numero cinque” – Pittacus Lore, pag. 13.

 

Ora invece tocca a voi: SCRIVETE IL VOSTRO TEASER seguendo le nostre indicazioni e pubblicando nella sezione “commenti”, oppure potete scrivete sempre nella suddetta sezione il link al vostro blog per condividere con altri lettori il vostro teaser.

Grazie e buone letture a voi!

Liz

Da domani in libreria “La sfida del numero cinque”!

Da domani in libreria “La sfida del numero cinque” di Pittacus Lore, alias Jobie Hughes e James Frey che con lo pseudonimo di “Pittacus Lore” sono i co-autori della serie Lorien Legacies!

LaSfidaDelNumero5

 

Sinossi ufficiale:

Eravamo sicuri di vincere, e invece ci siamo salvati per miracolo. Non eravamo pronti. E come potevamo esserlo? Per anni siamo rimasti nascosti, lontani gli uni dagli altri, in attesa di sviluppare i nostri poteri. Adesso ci siamo riuniti, eppure uno di noi manca ancora all’appello: il numero cinque. Dal giorno del nostro arrivo sulla terra, non abbiamo sue notizie. Non sappiamo chi sia né dove si trovi, tuttavia una cosa è certa: ha bisogno di noi. Perché loro hanno preso il numero uno in Malesia. Il numero due in Inghilterra. Il numero tre in Kenya. E li hanno uccisi. Io sono il numero quattro. Dovevo essere il prossimo della lista, ma i nostri nemici non oseranno venirmi a cercare ora che non sono più solo. Perciò andranno dal numero cinque. E noi dobbiamo trovarlo prima che lo facciano loro. Senza di lui, non abbiamo nessuna speranza. Con lui, saremo invincibili. Avremo anche perso una battaglia. Ma non perderemo la guerra.

Nonostante non abbia mai recensito nulla di questa serie, sono un’accanita fan e non mi sono persa un’uscita, quindi domani di corsa in pausa pranzo a comprare “La sfida del numero cinque“!!

-Desdemone

Lettrice Nerd VS Shopping compulsivo: il primo passo è ammettere di avere un problema.

10155619_10202429307348680_1960145004299592105_nCiao a tutti, sono Lisa, Desdemone, e ho un problema: soffro di shopping compulsivo. Beh, «Normale,» penserete voi, «tutti noi nel nostro piccolo abbiamo problemi con lo shopping: vestiti, borse, accessori… chi saprebbe resistere?». No ragazzi, forse non avete capito, il mio shopping compulsivo riguarda solamente una cosa: I LIBRI!!

Il mio ragazzo non ha assolutamente problemi ad accompagnarmi in quello che definisco lo “shopping convenzionale”, anche perché sono una abbastanza decisa, raramente mi perdo visto che so esattamente quello che voglio e in quale negozio lo voglio comprare, però appena vede che mi avvicino ad una libreria inizia a sudare freddo: sa già che uscirò di lì con non meno di 3 libri e che la scelta per ridurre il numero a 3 sarà infinita.

Inutile ricordarmi quanti libri ho ancora da leggere, abbandonati nella mia libreria da mesi, se non anni, nell’apposito scaffale, purtroppo non esiste limite alla mia lista di attesa e sinceramente quando il raptus dello shopping mi coglie non c’è nulla da fare!!

Se vi state chiedendo quanto tempo abbia da dedicare alla lettura, posso dedurre che non abbiate mai letto i vecchi articoli di questa rubrica – FATELO – comunque per rispondervi autocitandomi: su una giornata di 24 ore dove 8 sono di lavoro, 30 minuti di viaggio verso casa, fai almeno 2 ore di tempo libero impiegato in vari modi tra cui mangiare, una media di almeno 6 ore di sonno per notte, 2 ore di skype con il mio ragazzo che sta lontano, il tempo dedicato a questo blog… insomma le ore che restano per leggere sono devvero poche!!

Ma alla fine che ci posso fare? Copertine invitanti, storie interessanti, serie che creano dipendenza, autori che molto spesso rappresentano una certezza e nuovi autori che non vedi l’ora di scoprire.. NEL MONDO DI UN LETTORE NERD è DAVVERO DIFFICILE RESISTERE A TUTTE  QUESTE TENTAZIONI!!

Sicuri di non riconoscervi in questo ritratto disastroso di dipendenza? Nel caso la vostra risposta fosse “No”, non saprei davvero se ritenervi poi così fortunati… =P

-Desdemone

“The New Hunger”, tanta delusione…

Dopo aver letto ed amato “Warm Bodies“, non potevo di certo esimermi dal leggere il suo prequel, uscito in versione cartacea lo scorso Novembre, “The New Hunger“, ma sinceramente mi aspettavo molto di più da Isaac Marion.

Ma l’uomo apre gli occhi.
Fissa il cielo. Avverte un vago impulso: muoviti. E così si mette a sedere. Ha gli occhi aperti, eppure non vede nulla. Percepisce solo una massa indistinta, senza sapere che è indistinta: non ha mai visto in maniera nitida.
Questo è il mondo, pensa. Il mondo è soffice.
Passano le ore. I suoi occhi ricordano come mettere a fuoco e all’improvviso tutto diventa affilato. Coltelli. Denti. Vetri rotti. Pensa che preferiva il mondo quando era soffice. Quando non riusciva a vedere ciò che conteneva.

the-new-hunger-marion-fazi-280x408New York è ormai un’immensa palude. New Orleans una barriera corallina. Sull’intero paese, devastato da calamità naturali e privo di un governo centrale, incombe il terribile incubo degli zombie che si aggirano ovunque alla ricerca di sopravvissuti da divorare. Nora e suo fratello Addis, abbandonati dai loro genitori solo con qualche abito e un kit di pronto soccorso, vagano incessantemente da una città all’altra per sfuggire al pericolo di essere derubati o uccisi. Nel frattempo una ragazza di nome Julie è in viaggio con i suoi genitori alla ricerca di un luogo sicuro dove stabilirsi. Ha solo dodici anni, ma ha visto la sua scuola bruciare e i suoi amici morire. Ha visto suo padre diventare freddo e spietato quanto gli zombie. Tutto quello che realmente desidera è un posto da chiamare casa, anche se non lo sarà mai davvero. Intanto non molto lontano da loro un uomo si risveglia nel bosco e non ricorda né chi è né dove si trova e perché. Mentre si vaga senza meta si sforza di rammentare dettagli della sua vita ma l’unica cosa che gli viene in mente è una consonante: R. Un nome che inizia con R.

Devo ammettere che questo piccolo romanzo mi ha enormemente delusa. La storia è molto ricca di potenzialità, ma purtroppo sembra quasi che l’autore non sia riuscito a sfruttarle. Nonostante una storia davvero interessante, basata su pochi personaggi, Marion alla fine del libro non riesce a raggiungere il punto, concludendo miseramente il prequel con una fine frettolosa ed aperta ad un lontano futuro, quello che poi sarà “Warm Bodies“.

Innanzi tutto speravo di incontrare un R ancora umano, conoscerlo meglio prima che l’epidemia lo contagiasse, sicuramente l’essere zombie lo avrà cambiato e sarebbe stato piacevole conoscerlo quando ancora era umano. Invece ci troviamo davanti un uomo appena trasformato in zombie che non riesce a capire che cosa è diventato, che non ha coscienza del suo essere e del suo vivere. Tralasciando questa mancanza, ho trovato in ogni caso interessante la parte in cui R inizia a sentire “il mostro” dentro di lui crescere e prendere possesso del suo Io.

Durante la lettura di “The New Hunger” approfondiamo un pochino di più la conoscenza di Nora, che nel primo libro ha il ruolo di migliore amica di Julie, e del suo fratellino, Addis, insieme li seguiamo nel loro vagabondare alla ricerca di un luogo sicuro in cui sopravvivere. Sarebbe stato tutto molto interessante se Marion non avesse affrontato tutto con molta superficialità, non sono riuscita nemmeno a provare la giusta empatia con questi due personaggi.

Infine, ecco Julie e la sua famiglia, ed anche qui le delusioni si sprecano. Nessun lavoro sui personaggi, sui loro caratteri e sul motivo che li ha portati ad essere quello che sono.

Purtroppo il grande difetto di questo libro è che molte cose sono state date per scontate, appoggiandosi un po’ troppo al precedente romanzo. A causa di questo motivo “The New Hunger” non può essere letto senza aver prima letto “Warm Bodies“, davvero una situazione penalizzante per la credibilità stessa del libro.

Come si può evincere dalle parole, la mia valutazione è di poche stelline, due per l’esattezza…

StarStar

-Liz

Aggiornamento sull’uscita di “Shadow” e “Onyx” di Jennifer L. Armentrout

Novità da parte della Giunti riguardo all’uscita dei due prossimi volumi della Serie Lux. “Obsidian“, il primo libro della serie scritta da Jennifer L. Armentrout ha riscosso un grandissimo successo tra i lettori ed è stato accolto con molto entusiasmo da parte del pubblico. Grazie a questo entusiasmo la Giunti sta lavorando molto rapidamente per poter concretizzare l’uscita del secondo libro per quest’autunno.

Ecco quanto la casa editrice ha comunicato a riguardo attraverso il suo sito internet:

Questo novembre, uscirà “Shadows”, l’antefatto di “Obsidian”, che fa sempre parte della Lux series. Mentre “Onyx”, il secondo volume della serie, sarà in libreria per fine gennaio 2014.
Vi faremo sapere molto presto le date precise.

Inoltre la casa editrice, desiderosa di non lasciarci a bocca asciutta, ci permette di dare un’occhiata a quella che dovrebbe essere la “quasi” definitiva copertina di “Shadows“, che potete ammirare qui sotto..

Beh che ne pensate? Una bella notizia da festeggiare, non è vero?

Un altro motivo per i fans per festeggiare questo ferragosto 2013!!

-Liz

E’ uscito ieri in libreria “Obsidian” di Jennifer L. Armentrout!!

Ci siamo battuti per la pubblicazione, abbiamo firmato petizioni a non finire e finalmente il grande giorno è arrivato: da ieri “Obsidian” è disponibile in tutte le librerie!

Tutto questo è stato possibile grazie alla casa editrice Giunti che così commenta e annuncia l’uscita del primo libro della serie scritta da Jennifer L. Armentrout:

Siamo molto felici di aver esaudito i vostri desideri e grazie a voi l’interesse intorno alla fantastica saga di Jennifer L. Armentrout è davvero alle stelle. Venite con noi a scoprire questo favoloso romanzo…

Quella di Jennifer L. Armentrout è una serie urban fantasy con toni sci-fi che ha riscosso davvero molto successo all’estero, rendendo l’attesa per noi italiani davvero estenuante. La serie si compone da 3 libri già pubblicati, “Obsidian” – “Onyx” – “Opal“, una breve novella che fa da “prequel”, “Shadows“, e un libro in uscita ad agosto, “Origin“.

Per chi ancora non l’avesse ancora letta, ecco la sinossi del romanzo:

Obsidian - Jennifer L. ArmentroutKathy è una blogger diciassettenne con un grande sense of humour, si è appena trasferita in un paesino soporifero del West Virginia, rassegnandosi a una noiosa vita di provincia, noiosa finché non incrocia gli occhi verdissimi e il fisico da urlo del suo giovane vicino di casa. Daemon Black è la quintessenza della perfezione. Poi quell’incredibile visione apre bocca: arrogante, insopportabile, testardo e antipatico. Fra i due è odio a prima vista. Ma mentre subiscono un’inspiegabile aggressione, Daemon difende Kathy bloccando il tempo con un flusso sprigionato dalle sue mani. Sì, il ragazzo della porta accanto è un alieno. Un alieno bellissimo invischiato in una faida galattica, e ora anche Kathy, senza volerlo, c’è dentro fino al collo. Salvandola, l’ha marchiata con un’aura di energia riconoscibile dai nemici che li hanno aggrediti per rubare i poteri di Daemon. L’unico modo per attenuare questo pericoloso marchio è che Kathy stia più vicina possibile a Daemon. Sempre che lei non lo uccida prima…

Inoltre, per saziare la nostra curiosità, la Giunti ci da la possibilità di leggere il primo capitolo del romanzo, potete farlo cliccando qui!!

La curiosità mi sta uccidendo, quindi corro subito a leggere l’anteprima ed oggi pomeriggio tutti in libreria a compare “Obsidian“!!

-Liz

Teaser Tuesdays (7 Maggio)

Buonasera Un-readers!!

Eccomi qui, un po’ in ritardo a causa del lavoro che come sempre mi ha risucchiato, già che ci sono mi scuso per aver saltato il nostro appuntamento della settimana scorsa, ma ero a pezzi e non riuscivo a barcamenarmi tra tutte le cose da fare… In ogni caso sono prontissima per il nostro appuntamento con il Teaser Tuesday, rubrica presa in prestito dal blog “Should Be Reading”.

Se non conoscete già le regole, eccole qui sotto. Per partecipare non dovrete far altro che seguirle:

Should Be Reading• Prendete il libro che state leggendo.
• Aprite una pagina a caso.
• Condividete due “teaser sentences” o più. Ovvero due frasi, una di seguito all’altra, le più interessanti o particolati che trovate nella pagina.
• ATTENTI A NON SPOILERARE! (siate sicuri che ciò che volete condividere non dia troppe informazioni fondamentali!!).
• Condividete titolo e autore, così che gli altri partecimanti possano aggiungere il libro nella loro lista personale nel caso la frase stuzzichi la loro curiosità!

Teaser Tuesdays di Liz:

Più riguardo a Ogni giorno“Le persone normali non sono chiamate a decidere cosa valga la pena di ricordare. Hanno a disposizione gerarchie e personaggi ricorrenti, possono contare sull’aiuto della ripetitività e delle aspettative, del lungo respiro della storia. Io, invece, devo decidere l’importanza di ogni singolo ricordo”.

◊ “Ogni giorno” – David Levithan, pag. 66.

Ora invece tocca a voi: SCRIVETE IL VOSTRO TEASER seguendo le nostre indicazioni e pubblicando nella sezione “commenti”, oppure potete scrivete sempre nella suddetta sezione il link al vostro blog per condividere con altri lettori il vostro teaser.

Grazie e buone letture a voi!

Liz